Custom Essays Ghostwriters Services For Mba Free essay on free wills custom scholarship essay writers site for college Popular Personal Essay Proofreading Site Au

Diagnosi e trattamento del Carcinoma Prostatico: un Update

Descrizione del Corso

Il Corso è inserito nel programma ECM del Ministero della Salute n°157 – 215367 come attività formativa residenziale per n°8 Medici Chirurghi Specialisti in Urologia. Il Corso ha ottenuto n°16,7 crediti formativi.

L’assegnazione dei crediti è subordinata alla partecipazione effettiva dell’intero programma formativo, alla verifica dell’apprendimento ed al rilevamento delle presenze. La frequenza sarà verificata in entrata ed uscita per tutta la durata del Corso.

È necessario compilare e restituire in Segreteria, alla fine dei lavori, i questionari di valutazione da ritirare all’atto della registrazione. Ai fini dell’acquisizione dei crediti formativi ECM, è necessario compilare la scheda di registrazione in tutte le sue parti inserendo chiaramente nome, cognome, codice fiscale, indirizzo e disciplina. Al termine dei lavori è previsto, per coloro che ne fanno richiesta, un attestato di partecipazione.

Il Corso si terrà a Orbassano (TO), Ospedale “S. Luigi Gonzaga”, nei giorni 9-10 Aprile 2018.

Responsabile Scientifico: Dr. Franco Porpiglia.

screen-shot-2018-10-23-at-10-55-19

Razionale

Il carcinoma prostatico rappresenta la prima neoplasia per incidenza nel sesso maschile ed è la patologia oncologica con cui più frequentemente l’urologo si confronta. La conoscenza dei nuovi approcci per la diagnosi e la terapia di questa neoplasia è quindi essenziale per disegnare un corretto iter diagnostico e terapeutico per il paziente.

Dal punto di vista diagnostico, negli ultimi anni l’imaging si è notevolmente evoluto ed oggi la risonanza magnetica multiparametrica (mp-MRI) è in grado di dare informazioni essenziali sia in fase diagnostica sia nella fase di staging preoperatorio. Recentemente infatti è stata proposta la “fusion biopsy” una tecnica che permette di “trasferire” in modo semiautomatico le informazioni ottenute con la  mp-MRI nel setting della biopsia ecoguidata.  Grazie a questo approccio è possibile migliorare la detection rate della neoplasia e ridurre sensibilmente il numero di prelievi necessario per formulare la diagnosi. D’altro canto la mp-MRI è in grado di fornire indicazioni fondamentali per il “tailoring” della procedura chirurgica: rapporto della lesione tumorale con la capsula prostatica, invasione extracapsulare, invasione delle vescichette seminali.

Dal punto di vista chirurgico non vi è dubbio circa il fatto che la principale innovazione sia rappresentata dalla chirurgia robotica (prostatectomia robot assistita – RARP) che in molti paesi ha sostituito la chirurgia open. Uno dei principali vantaggi di questo approccio, oltre alla nota mini-invasività, è la possibilità di raggiungere eccellenti risultati funzionali (potenza e continenza) a fronte di risultati oncologici sovrapponibili a quelli di approcci assodati (open in primis).

Obiettivo del corso è fornire ai partecipanti un update circa il ruolo della mp-MRI nella diagnosi e nel “tailoring” del carcinoma prostatico ed il ruolo della chirurgia robotica nell’ambito della terapia chirurgica della neoplasia. I partecipanti potranno infatti assistere a “fusion biopsy” e RARP direttamente in sala operatoria, in modo da poter familiarizzare con le moderne procedure diagnostiche e i “tips and tricks” chirurgici per ottimizzare i risultati oncologici e funzionali dell’intervento.

START TYPING AND PRESS ENTER TO SEARCH